La strada del ritorno (2012)

SOMMARIO: Il presente articolo intende offrire una riflessione sul panorama evolutivo dell’individuo, a partire dalla nascita fino alla morte.
Si pone peculiare attenzione al viaggio, quale percorso di crescita, differenziato dalla fuga.
Il viaggio, infatti, conduce alla ricerca di un qualche obiettivo, di un oggetto di desiderio e, in quanto tale, riconduce a casa, nel luogo di partenza, arricchiti di conoscenze, esperienze, di una stabilità personale e del recupero della fiducia in sé.
La fuga, invece, rappresenta unicamente una forma di allontanamento da qualcosa che ci disturba, che non vogliamo vedere e costituisce la negazione di quanto non vogliamo affrontare. Questo meccanismo ci impedisce di vedere qualcosa di nuovo, ci lascia immoti, senza partenza e senza ritorno.
Verranno presi in considerazione due fiabe ed un film, quali elementi esemplificativi dei due processi.

di Costantini Sabrina

Scarica l’articlo

Centro informativo privacy

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?