Regolamento MailingPsy


COS’E’ LA MAILING LIST DI PSYCOMMUNITY [MAILINGPSY]

La community utilizza una Mailing List generale, chiamata MailingPsy, ad iscrizione facoltativa.

Si tratta di un sistema di scambio di gruppo via email.

Tutti gli iscritti, dopo essere stati inseriti nel Gruppo, possono inviare una email a mailingpsy@googlegroups.com e il sistema ridistribuisce a tutti gli iscritti tale email, mittente compreso.

Chiunque risponde fa partire il medesimo meccanismo di ridistribuzione.

E’ dunque un modo per dialogare privatamente (solo gli iscritti possono inviare) attorno ai temi riportati nel regolamento.

E’ sempre importante informare lo staff riguardo al cambio del proprio indirizzo email, per fare aggiornare gli archivi degli indirizzi.

Il Moderatore della Lista è il Dr. Riccardo Cicchetti.

REGOLAMENTO

  • 1. MailingPsy è la mailing list di Psycommunity.
  • 2. Alla MailingPsy possono iscriversi solo gli Psicologi iscritti all’Ordine degli Psicologi che risultino anche registrati sul portale Psycommunity.
  • 3. L’iscrizione alla MailingPsy, come al portale Psycommunity, è gratuita. Psycommunity non immette alcuna pubblicità nei messaggi della MailingPsy.
  • 4. L’iscrizione alla MailingPsy è consentita anche a coloro che compongono lo Staff di Psycommunity, anche nel caso in cui non siano iscritti all’Ordine degli Psicologi.
  • 5. Il moderatore della MailingPsy come lo Staff di Psycommunity declinano ogni responsabilità relativa ai contenuti che vengono proposti in Lista, i quali cadono sotto l’esclusiva responsabilita degli autori
  • 6. Gli iscritti alla MailingPsy sono obbligati a mantenere un comportamento in linea con i principi della netiquette e consono al ruolo di psicologi, rispettando tutti i punti del codice deontologico degli psicologi italiani che regolamentano la relazione di colleganza.
  • 7. Gli indirizzi email registrati per la MailingPsy non vengono utilizzati per altri fini eccetto quelli necessari al funzionamento della mailing list.
  • 8. Il moderatore, l’owner della MailingPsy, si riserva in qualsiasi momento di richiamare gli iscritti che non si comportino secondo le regole espresse nel presente documento.
  • 9. L’iscritto che non risponda al richiamo privato e/o pubblico e persista nel comportamento indecoroso o dannoso per lo svolgimento della mailing list potrà essere espulso.
  • 10. E’ fortemente sconsigliato l’invio di allegati e immagini nei messaggi. Per qualsiasi pubblicazione di materiali gli iscritti possono utilizzare il gruppo Facebook, gli articoli e le sezioni di Psycommunity, oppure possono inviare link verso materiali già presenti in Rete.
  • 11. E’ vietato inviare messaggi di tipo allarmistico riguardanti virus o inviare “catene di s. antonio” di qualsiasi natura. E’ altresì vietato inoltrare i messaggi fuori dalla lista, senza il permesso dell’autore.
  • 12. E’ vietato inviare messaggi pubblicitari e promozionali, a meno che non riguardino iniziative sviluppate in Psycommunity. Per evitare di trasformare la Lista di discussione in una bacheca annunci, è indispensabile evitare di inviare messaggi di annunci e di pubblicità. Per la ricerca di colleghi per un invio si può utilizzare il sito ElencoPsicologi e per gli eventi formativi per psicologi il sito gratuito NewsPsic, gestiti entrambi da Psycommunity.
  • 13. Per cancellarsi dalla lista, per modificare il proprio indirizzo e per comunicazioni di tipo tecnico NON si devono inviare in lista i messaggi, perchè recano fastidio ai numerosi iscritti. Si può utilizzare il modulo preposto in questa pagina o scrivere al moderatore.
  • 14. La MailingPsy NON è una mailing list dove gli psicologi possono parlare di tutto.
    Pur lasciando ampia apertura rispetto ai temi di interesse generale per la professione di Psicologo, la lista permette agli iscritti di Psycommunity l’opportunità di scambiare via email informazioni e sostenere discussioni riguardanti i progetti, le iniziative e le aree che si sviluppano in community.

BUONE PRASSI E SUGGERIMENTI GENERALI

Generalmente sulla base dell’esperienza si può dire che i navigatori esperti di Internet, quando adoperano le mailing list, mettono in atto questi accorgimenti:

– si evita di inizializzare nuovi argomenti (topic) quando in lista c’è già un elevato traffico di messaggi, attendendo – se non v’è urgenza – un periodo di maggiore calma che produrrà maggiore attenzione tra i partecipanti.

– si cerca di non andare fuori argomento (off topic) durante la compilazione dei messaggi. Quando l’argomento è diverso, si modifica il titolo e si inizia una nuova discussione inviando una nuova email, altrimenti si lascia inalterato il titolo, per permettere a tutti di seguire l’evoluzione di una discussione semplicemente scorrendo le email con lo stesso titolo.

– si evita di inviare messaggi di allerta riguardo virus e truffe, anche se rispondenti a realtà, e non si inviano messaggi tipo catena di S.Antonio, quale che sia l’argomento, l’obiettivo e l’origine. E’ elevatissimo il caso delle cosiddette bufale ed è buona norma verificare in rete la significatività del messaggio. In ogni caso, se privatamente ognuno è libero di inviare ciò che vuole, in una lista pubblica, e ancor più professionale, è sempre preferibile non inviare email che riguardino argomenti al di fuori del tema generale o specifico della lista.

– si cerca di “quotare” (che significa citare riportando parti di testo) solo l’indispensabile. Quindi una risposta ad una email inviata in lista è composta da tutta la risposta più una (si consiglia) piccola parte dell’email a cui si risponde, mai tutta l’email (a meno che non sia indispensabile per la comprensione o quando questa sia molto breve).

– si cerca di non scrivere mai in carattere maiuscolo. E’ consuetudine urlare, sgridare, aggredire verbalmente tramite il maiuscolo. Fa eccezione quando in una frase si vuole esaltare una sola parola o una piccola frase (ma se si può si preferisce in tal caso utilizzare il grassetto, ma sempre minuscolo).

– ci si firma sempre (nome e cognome in liste ufficiali, numerose o quando si prevede che vi possano essere omonimie. E’ preferibile non usare iniziali)

– si cerca di non inviare allegati, preferendo, dove possibile, riportare un link alla risorsa.

– non si “inoltra” mai un’email ricevuta tramite una mailing list. Se è necessario prelevare eventuali contenuti sarebbe opportuno contattare privatamente l’autore, chiedendo il permesso o almeno avvertendolo. In ogni caso il “forward” (inoltro) da lista a lista è la pratica più pericolosa (anche dal punto di vista deontologico, nelle liste dove per esempio si scambiano casi clinici) e assai poco corretta. Uno dei motivi per cui non è giusto riportare in altre liste contenuti letti in una determinata lista consiste nel fatto che l’autore del messaggio può non essere iscritto all’altra lista e dunque in una eventuale discussione non può né difendere né spiegare il senso del proprio messaggio (formulato comunque per una lista e destinatari diversi e pertanto utilizzato in modo scorretto).

– si cerca di non inviare email a più di un destinatario inserendo gli indirizzi email tutti nel campo A: . Così facendo tutti i destinatari sono in chiaro e tutti i riceventi leggono gli indirizzi email di tutti quanti. Non è detto che tutti vogliano condividere il proprio indirizzo email con una moltitudine di sconosciuti. Quindi se si inviano email a destinatari che tra loro non si conoscono è meglio utilizzare i campi nascosti.
Qualsiasi programma di posta elettronica può mostrare in composizione un campo apposito nascosto CCN dove inserire quanti indirizzi email si desidera: ciascun destinatario ivi inserito non potrà conoscere l’indirizzo degli altri destinatari presenti nel campo CCN.
Outlook, per fare un esempio, mostra questo campo aggiuntivo così: Menu –> Visualizza –> Tutte le intestazioni (mettere la spunta).

– controllare il funzionamento della casella di posta elettronica, affinché i messaggi non finiscano in cartelle SPAM e vadano persi.

– ricordarsi che una copia del messaggio inviato arriva anche al mittente (dunque non è un errore del sistema).

-mantenere un comportamento dignitoso negli scambi email e cercare di non far cadere nella polemica o nel flame le discussioni.

– quando in una mailing list si devono comunicare problemi tecnici personali, richieste di chiarimento sulla gestione, è sempre preferibile scrivere privatamente all’indirizzo email del moderatore, ove esista, o del gestore della lista.

– quando si desidera cancellarsi dalla Mailing List è necessario informarsi prima sulle procedure predisposte, senza inviare in Lista, a tutti gli iscritti, la propria richiesta.

 

Lo Staff di Psycommunity si riserva il diritto di revisionare il regolamento periodicamente.

Per qualsiasi informazione tecnica è possibile inviare un’email a staff@psycommunity.it.

Per la cancellazione dalla MailingPsy è sufficiente inviare una email a: mailingpsy+unsubscribe@googlegroups.com utilizzando l’indirizzo con cui si è iscritti.

Per cambiare l’indirizzo email con cui si è iscritti alla MailingPsy è necessario contattare lo staff all’indirizzo: staff@psycommunity.it. , specificando il vecchio e il nuovo indirizzo.


Lo Staff

Centro informativo privacy

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?