Biblioteca Virtuale di Psicologia Cerca in Biblioteca
SCEGLI CATEGORIA:
ORDINATI PER:
AutoreTitoloDataInserimento
AUTORE (opzionale):

PAROLE CHIAVE (opzionale):


Cos'è la Biblioteca Virtuale di Psicologia
La Biblioteca Virtuale di Psicologia accoglie contributi di psicologia, articoli, saggi, e-book, che abbraccino tutti gli ambiti della psicologia.
La Biblioteca Virtuale di Psicologia è una iniziativa Open di Psycommunity, e si prefigge lo scopo di diffondere la conoscenza in Psicologia sia a livello divulgativo sia a livello professionale.
L'inserimento e il download sono gratuiti.

Vuoi pubblicare nella Biblioteca Virtuale di Psicologia?
Scopri come pubblicare i tuoi articoli e le tue opere in Psycommunity.
Consulta le Norme Redazionali e in caso dubbio scrivici.
Email Redazione
Norme Redazionali
Disclaimer

BIBLIOTECA VIRTUALE DI PSICOLOGIA

Coordinatrice: Dr. Patrizia Belleri - Collaboratrice: Dr.ssa Annalisa Bertuzzi

2 record trovati in archivio.

1

Pagina 1 / 1    
Sciubba Valentina (Member Psycommunity: drsciubba)

L'analisi psicologica del testo (2012)

Scarica il documento Scarica gratuitamente l'articolo
PAROLE CHIAVE: Analisi psicologica testo, Aspetti paralinguistici, Linguaggio Non Verbale, Vangelo, Analisi emozionale del testo
SOMMARIO: L'articolo tratta dei presupposti teorici su cui si basa la possibilità di analizzare psicologicamente uno scritto e degli strumenti a disposizione degli psicologi a tale scopo. Si accenna a due studi in questo settore realizzati con l'ausilio del computer, ma si sostiene che un'analisi psicologica di uno scritto è effettuabile d uno psicologo clinico anche al di fuori di procedure informatiche.
Si presenta un esempio di analisi del testo effettuato dall’autrice su brani dei Vangeli riconosciuti.

 

Ghezzani Nicola (Member Psycommunity: drghezzani)

Disturbi d'Ansia e Genetica (2007)

Scarica il documento Scarica gratuitamente l'articolo
PAROLE CHIAVE: Ansia, attacco di panico, depressione, genetica, psicologia del pregiudizio, medicalismo, dipendenza da farmaci, sensibilità, empatia, sentimento.
SOMMARIO: Nella cultura psichiatrica e psicoterapeutica contemporanea è entrato in uso il concetto – indimostrato e perciò pregiudiziale – che non solo i disturbi mentali (psicosi) ma anche quelli affettivi (nevrosi) abbiano una base genetica, e siano perciò di pertinenza medica, lasciando così alla psicoterapia null’altro che un ruolo “rieducativo”. Il presente articolo analizza e contesta questo pregiudizio, ascrivendolo alla diffusa ideologia della deresponsabilizzazione soggettiva e della promozione di personalità dipendenti da farmaci e dal potere decisionale altrui.

 


1
(per ogni pagina massimo 50 record)

L'autore dell'articolo resta proprietario di tutti i diritti. Accettando di inserire il documento nella biblioteca virtuale di Psycommunity l'autore concede il libero download per il solo uso personale e non commerciale. Per qualsiasi informazione contattare l'autore.

Psycommunity non è responsabile circa il contenuto degli articoli che vengono inseriti liberamente dai singoli professionisti o studiosi. Le informazioni, le teorie e le considerazioni riportate negli articoli possono essere in disaccordo con servizi, documenti e progetti pubblicati in altre parti del sito. L'autore è responsabile di tutte le informazioni riportate negli articoli scaricati.